Incrementare la produttività

22 maggio 2017

Trovare nuovi modi per rendere il lavoro più efficiente e meno costoso è sempre una sfida. La miniera KGHM in Polonia ha scoperto che l'uso dei prodotti e servizi Atlas Copco ha fornito gli strumenti necessari al raggiungimento dei propri obiettivi.

"Per un lavoro non stop, è necessario poter determinare se vi sono disturbi tettonici o discontinuità nel corpo davanti al punto di produzione". Prima del 2009, KGHM utilizzava dei contrattisti per praticare la necessaria rete di fori di carotaggio. Oggi la miniera fa da sola la propria rete di fori, con il massimo successo. La solida fama di Atlas Copco per prodotti e servizi di qualità superiore l'ha resa il fornitore per eccellenza della KGHM POLSKA Miedź S.A.

KGHM POLSKA Miedź S.A. è una società moderna e innovativa, cosa che la rende non solo un datore di lavoro attraente, ma anche un ambiente amichevole per gli addetti, che insieme stanno costruendo il valore e l'immagine dell'azienda. L'azienda considera la sicurezza dei dipendenti e quella dell'ambiente come altissime priorità. 

Nella parte sud-occidentale della Polonia, KGHM possiede 3 miniere separate di rame/argento con numerose attrezzature Atlas Copco in funzione.


 Un fattore essenziale per mantenere operative le miniere è il riconoscimento dei disturbi tettonici o delle discontinuità nel corpo davanti al punto di campionamento. Nel 2009 una delle miniere ha investito in un kit di perforazione completo (carro per carotaggio e materiali di consumo) al fine di rendere le operazioni più efficaci e meno costose, praticando da sola i fori di carotaggio.


 Atlas Copco è stata scelta come fornitore per eccellenza, in base alla fama dei suoi prodotti e servizi. È stato consigliato il carro Diamec 262, per via delle condizioni sotterranee e del tipo di lavoro pianificato. Il carro di perforazione è stato modificato in una versione antideflagrante, per soddisfare le normative ATEX relative alle macchine per esplorazione sotterranea usate in miniera. Una confezione di materiali di consumo con ITH serie O e utensili diamantati Excore ha completato la fornitura.


L'esperienza nella perforazione di superficie e sotterranea del caposquadra Jan Jakubowicz lo ha reso il miglior candidato presso la miniera KGHM Rudna per testare e introdurre tale nuova attrezzatura in miniera. All'inizio le apparecchiature e gli strumenti Atlas Copco hanno offerto prestazioni superiori rispetto ai risultati dei contrattisti precedenti. La produzione è salita da 6 m per turno a 15 m per turno. Questo è un risultato eccezionale, dal momento che il tempo effettivo di perforazione è di 3 - 3,5 h per turno, a causa dei lunghi spostamenti sotterranei fino al sito di perforazione.


Un'altra sorpresa positiva per la miniera è stato il consumo delle punte di perforazione. In precedenza era necessario sostituire la punta ogni 100 - 150 m, mentre ora la media per la punta Excore BO 5-7 ECF13 8ww è di 700 m, con una buona velocità di penetrazione di 20 - 25 cm/min in solide formazioni dolomitiche. Il miglior risultato ottenuto con una singola punta Excore 5 - 7 è stato di 1500 m.


“ "Oggi il costo degli utensili diamantati è di pochi centesimi per metro perforato. Fin dall'inizio abbiamo controllato con la massima precisione tutti i costi operativi della nuova attrezzatura, per dimostrare che l'investimento era giusto. Siamo molto soddisfatti dei risultati."

Jan Jakubowicz, Foreman KGHM Polska Mied S.A.

Il prossimo investimento della miniera sarà il nuovo gruppo testa e asta di pescaggio Excore che è stato introdotto sul mercato nel 2012 con feedback positivi, dice Artur Makos, Product Line Manager, Utensili diamantati di elevate prestazioni.