PowerROC T50 offre imponenti prestazioni nell'Indonesia tropicale

30 giugno 2016

Le rocce arenarie e abrasive rappresentano una sfida complessa per i minatori di rame sulla remota isola indonesiana di Wetar. Il risveglio di una "belva" ha portato la perforazione ad alte prestazioni a un livello superiore.

Tra le migliaia di isole che compongono l'arcipelago tropicale indonesiano, pochi turisti conoscono l'isola Wetar nelle remote aree della provincia di Maluku. Circondata da barriere coralline e caratterizzata da rilievi montuosi, l'isola Wetar è abitata da 9000 persone e l'unico modo di raggiungerla è via mare, in barca o nave da sbarco, da pochissimi porti sulla terraferma. Qui, sulla costa centro-settentrionale dell'isola, l'azienda di noleggio attrezzature e fornitore di servizi per il settore minerario, PT Madhani Talatah Nusantara, è stata incaricata di sfruttare le risorse della Wetar Copper Project, una miniera con una durata stimata di 10 anni e un elevato contenuto di rame pari al 2,4%. La Wetar Copper Project è di proprietà di PT Batutua Tembaga Raya, una società controllata dalla Finders Resources Limited. Per tentare di raggiungere nuove parti del giacimento, era necessaria una potente soluzione di perforazione in grado di gestire condizioni del suolo complesse.

Roccia dura, detriti di perforazione pesanti

La struttura geografica dura della miniera coinvolge rocce arenarie e abrasive con una densità fino a 4,2 tonnellate/m3. Ciò poneva un'ardua sfida ai perforatori, poter contare sui servizi di assistenza per le attrezzature era cruciale e trovare la giusta soluzione di perforazione con martello fuori foro e un potente spurgo ad aria per la rimozione dei detriti costituiva di certo una priorità. "Il primo fattore da prendere in considerazione era la posizione remota della miniera, che richiedeva un'attrezzatura di perforazione che garantisse un'affidabilità costante", dichiara Trevor Howie, General Manager – Operations alla Madhani. "Abbiamo considerato anche la velocità di risalita necessaria per estrarre i detriti di perforazione pesanti e il carro PowerROC T50 offriva questa caratteristica. Siamo soddisfatti delle prestazioni del PowerROC T50 e dei servizi post-vendita di Atlas Copco, che ci confermano come la nostra scelta di perforazione fosse quella giusta per l'isola Wetar." A causa delle rocce arenarie, l'altezza dei gradoni è stata regolata a 6 m con un carico di perforazione di 3,5 m e un diametro del foro di 102 mm. Per affrontare questa sfida, sono stati messi al lavoro due carri di perforazione PowerROC T50, con perforatrici da roccia COP 3060 e aste di perforazione T-Wiz 60.

Controllo della qualità

Secondo Nick Holthouse, Earthworks Manager alla PT Batutua Tembaga Raya, i risultati conseguiti dai carri di perforazione dopo turni di 11 ore su 7 giorni alla settimana sono stati soddisfacenti, in particolare se si considera il programma di controllo della qualità. "I carri hanno lavorato bene sui minerali a elevata abrasività e densità. La capacità di questi carri di rimuovere perfettamente i detriti pesanti prodotti durante la perforazione è di fondamentale importanza per ottenere campioni di buon livello, un fattore essenziale per il programma di controllo della qualità". Grazie al PowerROC T50, sono stati perforati 17,5 m all'ora con un consumo medio di combustibile di 21,7 litri all'ora con un'elevata produttività ed efficienza. Taufik Pribadi, Project Manager alla PT Madhani, dichiara: "All'inizio, un tecnico dell'assistenza Atlas Copco ci ha fornito la formazione necessaria per risolvere i problemi più comuni, ci ha mostrato come visualizzare i diagrammi dell'impianto idraulico e gli schemi elettrici e spiegato le strutture e le funzioni del PowerROC T50. Siamo ora in grado di risolvere eventuali problemi, ma si dovessero presentare delle situazioni al di là delle nostre conoscenze, potremo sempre chiamare il team di assistenza e ottenere una risposta in tempi brevissimi. Fortunatamente, non abbiamo avuto alcuna seccatura finora. Il carro PowerROC T50 con il suo sistema d'uso semplice è molto stabile." I carri di perforazione hanno raggiunto una velocità di penetrazione netta fino a 3 m/min. La pulizia dei fori è stata garantita grazie all'elevata velocità dell'aria di spurgo che consente di realizzare fori dritti senza deviazioni e con minimo rischio di incastrare la punta. Avendo usato il PowerROC T50 nella fase iniziale, l'istruttore Tidar Sumarsomo sottolinea l'importanza della chiarezza e della semplicità dei comandi in un carro di perforazione. "Il carro PowerROC T50 è facile da usare. Si può iniziare a perforare facilmente dopo un breve periodo di formazione e la perforazione è davvero veloce", dichiara. "In particolare, non ci si deve preoccupare di strutture complicate e difficili da comprendere. Tutti i collegamenti meccanici ed elettrici sono contrassegnati ed etichettati con chiarezza. È proprio come una belva", conclude. "Forte ma facile da comprendere."

2016 Testimonianze dei clienti Carri di perforazione di superficie Surface mining & quarrying