Un peso medio-massimo

22 luglio 2015

Il calcolo del volume di roccia da scavare per la preparazione di un cantiere edile viene in genere determinato con sufficiente precisione. Tuttavia, a Vega, proprio durante i lavori, è stato deciso di riposizionare uno degli edifici ad alcuni metri di distanza dal sito originale, con il risultato di dover scavare più roccia di quanto inizialmente pianificato.

Kjell Jinneby stima che il volume finale di scavo ammonterà a 8000 metri cubici. Convertiti in chili, significa qualcosa come 20000 kg di roccia da perforare e brillare. "Questo è il più grosso lavoro che mi sia mai capitato ed è davvero una gran quantità di roccia per questo piccolo carro di perforazione", dichiara Jinneby, che è stato a capo dell'azienda a conduzione familiare Kjell Jinneby Allservice AB insieme a sua moglie Johanna negli ultimi 10 anni.

La famiglia si occupa principalmente di trasporto, scavo e perforazione, ma dopo aver rinnovato la propria flotta con la FlexiROC T15 R sarà più facile accettare commesse più importanti. Sul sito sono in costruzione ben tre lotti di appartamenti in affitto e a breve distanza ne sorgeranno altri due. In questo quartiere periferico di Vega, tra Handen e Skogås, fuori Stoccolma, sono in corso importanti piani edilizi. Ci si augura per l'area una popolazione di circa 10000 abitanti. I piani edilizi sono accompagnati da progetti di ampliamento della rete di trasporti pubblici e di costruzione di una stazione ferroviaria completamente nuova che assicuri i collegamenti con la capitale.

“Stiamo lavorando accanto a un asilo nido, fortunatamente non ancora aperto. Tutto qui intorno sa di nuovo e fresco.”

Kjell Jinneby, Proprietario della Kjell Jinneby Allservice AB

Durante la perforazione non sono state avvertite forti vibrazioni negli edifici circostanti, nonostante i fori di perforazione arrivassero a 10 metri di profondità. D'altro canto, la pronunciata differenza di altezza tra i gradoni è stata una vera sfida. L'altezza dei gradoni varia tra i due e i dieci metri. L'elevata capacità di spurgo del carro di perforazione insieme all'elevato livello di coppia dell'unità di rotazione permettono la perforazione di fori così profondi. "Tuttavia, ritengo che non vi siano differenze nelle prestazioni di perforazione a queste diverse altezze. È possibile realizzare fori dritti senza i vincoli di una batteria di perforazione", sostiene Kjell. Un altro vantaggio del carro è il sistema di caricamento delle aste dotato ora di una slitta più lunga. "Grazie alla slitta più lunga non devo perdere tempo a montare le aste di perforazione", dichiara. Negli ultimi quattro anni, Kjell ha usato la versione precedente, il FlexiROC T15, e l'unico motivo per cui è passato alla nuova versione è proprio la nuova slitta più lunga che gli consente ora di usare aste da 12 piedi.

“Desidero la slitta più lunga per svolgere il lavoro senza fastidi e interruzioni. Allo stesso tempo, sto aumentando il valore delle mie attrezzature.”

Kjell Jinneby, Proprietario della Kjell Jinneby Allservice AB

Per assicurarsi un funzionamento ininterrotto e senza problemi, Kjell ha inoltre sottoscritto i contratti di manutenzione Atlas Copco ROC Care e COP Care. Kjell ha lavorato nel settore del brillamento rocce per "soli" 10 anni, come ama dire. "Ho lavorato nei servizi di trasporto e con autocarri per molto tempo prima di entrare in questo settore con l'aiuto di un collega che conosceva bene il lavoro", racconta. Oltre a sua moglie che lo aiuta nell'amministrazione, la figlia Elina, un tempo pasticciera, ha ora iniziato a dare una mano nell'attività di brillamento, il primo passo, si direbbe, verso una carriera esplosiva!

2015 Testimonianze dei clienti Civil Engineering Surface construction & quarrying Ingegneria civile