Il carro di perforazione SmartROC C50 offre prestazioni d'eccellenza

13 agosto 2014

Il carro di perforazione di superficie SmartROC C50 è emerso vittorioso dalle famigerate cave di calcare in Francia, con ottimi punteggi per quanto riguarda la potenza, la velocità e l'efficienza dei consumi.

Le condizioni eruttive e fessurate delle cave di calcare della Bretagna, nel nord-ovest della Francia, costituiscono una sfida formidabile per qualsiasi perforatrice. Test recenti hanno dimostrato che anche in tali difficili condizioni è possibile aumentare la produttività e ridurre drasticamente i costi di esercizio. Il segreto è la tecnologia fornita dal nuovo carro di perforazione SmartROC C50 di Atlas Copco. Il carro è stato testato recentemente per due mesi in non meno di sei diversi siti nell'area, superando brillantemente l'esame.

Il carro SmartROC C50 è stato messo alla prova dal contoterzista Carriéres de Brandefert, una società controllata del gruppo Gagneraud. Carriéres de Brandefert normalmente utilizza due carri di perforazione per lavorare circa 50000 metri l'anno. Insieme a questi due carri, lo SmartROC C50, dotato della perforatrice da roccia COP 2550CR (COPROD), è stato utilizzato per otto ore al giorno, perforando fori da 115 mm su gradoni alti 15 m. Il carro ha raggiunto una media di 150 m/giorno con una penetrazione netta di 26 m/h e ha impiegato 20 minuti in media per praticare un foro. La durata media delle punte a bottoni Secoroc è stata di 1000 m con intervalli di rettifica ogni 300 m (usando l'affilatrice manuale Secoroc HG). Aspetto ancora più notevole, i consumi di combustibile del carro sono stati estremamente bassi, appena 24 litri all'ora, quasi la metà degli altri carri.

Un solo carro ne sostituisce due

Franck Legout, Director of Purchasing di Carriéres de Brandefert, racconta che la sua azienda ha accettato di provare lo SmartROC C50 grazie alle precedenti esperienze positive con le attrezzature Atlas Copco e con i servizi in aftermarket. "Il carro SmartROC C50 è un carro di perforazione molto valido e robusto con un'eccellente efficienza dei consumi", commenta Legout. "Le elevate prestazioni, largamente attribuibili al sistema di caricamento rapido delle aste e alla perforatrice da roccia migliorata, significa che avremo bisogno di un solo carro in cava anziché di due. Inoltre, il carro ha un'eccellente cabina con buona visibilità e insonorizzazione." Per provare il nuovo arrivato è stato scelto l'operatore Yves Guiffes. Yves confessa di aver impiegato circa due-tre settimane prima di sentirsi a proprio agio con la nuova tecnologia e prima che il carro iniziasse a mostrare il meglio delle sue capacità. A test concluso, Yves ha scherzato: "Piangerei se me lo togliessero ora. Non voglio tornare a usare il vecchio carro!" Risultati ancora più sorprendenti arriveranno presto con la nuova versione della perforatrice da roccia COP 3060CR di imminente uscita.

Testimonianze dei clienti Attività di estrazione 2014 Attività estrattive