I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. I dati personali non verranno conservati. Maggiori informazioni.

Media / Novità locali sull'azienda / Riconosciuto l'impegno di Atlas Copco contro l'HIV/AIDS

Riconosciuto l'impegno di Atlas Copco contro l'HIV/AIDS

2009-12-01

L'impegno di Atlas Copco Sud Africa per ridurre l'impatto dell'HIV/AIDS tra i suoi dipendenti è stato riconosciuto dal premio SWAHP di quest'anno, il programma svedese per le iniziative contro AIDS e HIV nel mondo del lavoro.

Il premio SWHAP è stato introdotto nel 2008 per incoraggiare e premiare le iniziative innovative e di successo nel mondo del lavoro. Lo scopo è di incentivare l'impegno nel prevenire la diffusione dell'HIV e dell'AIDS sul luogo di lavoro e nel ridurre gli effetti della pandemia dell'HIV.

Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento che premia i nostri sforzi nell'aiutare le persone a vivere una vita migliore,” afferma Jo Cronstedt, Vice President Public Affairs di Atlas Copco AB. “Vogliamo che i nostri programmi contribuiscano ad aumentare la presa di coscienza intorno al tema dell'HIV tra i nostri dipendenti, le loro famiglie e comunità, abbattendo il marchio di infamia dell'infezione e ridando speranza.”

La motivazione dell'assegnazione del premio da parte del consiglio dello SWHAP è la seguente: “Grazie al suo impegno continuo e al suo sostegno, Atlas Copco ha istituito, fin dal 2003, un programma sostenibile per la lotta all'HIV/AIDS sul luogo di lavoro. Il suo successo è basato sull'impegno dei lavoratori e del management nel creare un clima di fiducia intorno al programma. Il vantaggio è che nessun dipendente risultato negativo al test in un primo momento è risultato positivo successivamente. Un altro vantaggio è che il programma ha comportato una riduzione stimata dei costi annuali di rischio sullo schema pensionistico di un milione di rand, il che costituisce un dato positivo anche per i lavoratori.”

Lo SWHAP è un'iniziativa congiunta del consiglio internazionale dell'industria svedese (NIR) e del sindacato svedese dei lavoratori metalmeccanici e dell'industria (IF Metall) allo scopo di istituire e sostenere programmi per la lotta all'HIV e all'AIDS sui luoghi di lavoro, da parte di società svedesi nell'Africa sub-sahariana. Lo SWHAP opera attualmente in Botswana, Kenya, Sud Africa, Tanzania, Uganda, Zambia e Zimbabwe. È cofinanziato dall'agenzia svedese per la cooperazione e lo sviluppo Sida.

Tra i candidati per il premio di quest'anno era inclusa anche Atlas Copco Zambia. Atlas Copco riceverà il premio il 1° dicembre a Stoccolma, in occasione di una cerimonia.

Per ulteriori informazioni, contattare:

Atlas Copco è un fornitore di soluzioni per la produttività industriale leader a livello mondiale. I prodotti e i servizi offerti variano dalle apparecchiature per gas e aria compressa, gruppi elettrogeni, apparecchiature per cantieri e miniere, utensili industriali e sistemi di assemblaggio ai relativi servizi di noleggio e post-vendita. In stretta collaborazione con i clienti e i partner commerciali, e con 136 anni di esperienza, Atlas Copco è impegnata in continue innovazioni per una produttività superiore. Con sede principale a Stoccolma, Svezia, il Gruppo copre più di 160 mercati in tutto il mondo. Nel 2008 Atlas Copco annoverava 34.000 dipendenti e ha registrato un fatturato di 74 miliardi di corone svedesi (7.7 miliardi di Euro). Per ulteriori informazioni: www.atlascopco.com.