I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando questo sito, accettate l'utilizzo dei cookie. I dati personali non verranno conservati. Maggiori informazioni.

Media / Novità locali sull'azienda / Perché le chiavi dinamometriche non passano mai di moda?

Perché le chiavi dinamometriche non passano mai di moda?

2014-01-28

Da maggio del 2013 fa parte del gruppo Atlas Copco la società Saltus GmbH, azienda tedesca leader nelle soluzioni di qualità del serraggio, in particolare chiavi dinamometriche.

Atlas Copco Italy - Torque Wrenches
L’integrazione tra Atlas Copco e Saltus ci consente di generare un’offerta ancora più completa, per soddisfare al meglio qualsiasi esigenza in termini di serraggio sia come controllo della coppia già applicata che come produzione. 

Da quando è stata inventata nel lontano 1929 la chiave dinamometrica non è mai mancata nelle aziende italiane.

Le chiavi dinamometriche non sono tutte uguali, si parte dalla semplice chiave a scatto che segnala il raggiungimento del valore di coppia impostato in modo udibile, visibile e percepibile al tatto alla chiave elettronica evoluta che permette di fare programmi di serraggio, consente la completa tracciabilità del processo di avvitatura e il controllo della coppia residua. 

Una volta avvitato il giunto un corretto processo di qualità deve infatti prevederne anche il controllo per misurare la coppia residua e per individuare eventuali problemi di decadimento a causa del rilassamento della vite e della velocità di avvitatura.

Atlas Copco Italy - Jochen Stapel Torque Wrenches
Il serraggio controllato è una prerogativa da cui adesso nessuno può prescindere perché il mercato richiede prodotti con una sempre maggiore qualità e i costi legati alla non qualità dei prodotti sono sempre più elevati, basti pensare ai costi generati da una campagna di richiamo in caso di difettosità del prodotto e della conseguente perdita d’immagine aziendale. 

Ma perché l’avvitatura è così importante quando parliamo di qualità? Ben il 30% dei problemi di qualità sono riconducibili a non corretti processi di avvitatura, questo dato non stupisce se pensiamo che l’80% delle operazioni di assemblaggio sono operazioni di avvitatura.

Di norma le viti vengono serrate a valori troppo elevati e in caso di carichi superiori a sua resistenza alla trazione, si possono verificare delle rotture. D’altra parte anche serraggi troppo deboli posso essere potenzialmente pericolosi. La garanzia quindi di serraggi adeguati si può avere solo con avvitatori o chiavi in grado applicare una coppia prestabilita.

Per ulteriori informazioni prego contattare:

  • Lucia Baldari, Product Manager QAT - Business Line GI 
    Address: Atlas Copco Italia S.p.A. - Utensili Industriali e Sistemi di Assemblaggio 
    Via F.lli Gracchi, 39 - 20092 Cinisello Balsamo (MI) 
    Tel: +39 02 617 99 279 Cell: +39 335 7716595 
    Email: lucia.baldari@it.atlascopco.com 

Atlas Copco è un gruppo industriale leader mondiale nella produzione di compressori, espansori e sistemi di trattamento dell'aria, attrezzature per ingegneria civile e mineraria, utensili industriali e sistemi di assemblaggio. Grazie a prodotti e servizi innovativi, Atlas Copco offre soluzioni per una produttività sostenibile. Fondata nel 1873, la società ha sede principale a Stoccolma, Svezia, e vanta una presenza mondiale in oltre 170 Paesi. Nel 2012, Atlas Copco disponeva di un organico di 39.800 dipendenti e ha registrato un fatturato di 90.5 miliardi di corone svedesi (10.5 miliardi di euro).